Ravioli mezzaluna, soddisfazione lunapiena!

Amo sentire la pasta che si forma sotto le mie mani, chiudere gli occhi e ascoltare il suono che fanno le mie dita mentre impasto, quello scricchiolio ritmico dei polsi che premono e stendono. Quelle nuvole di farina che si alzano delicate e avvolgono il mio viso, i capelli, il sorriso, e arrivano ovunque, persistenti chiazze bianche che si spostano lievi ad ogni folata di vento. Adoro quel momento in cui l’impasto è ancora troppo grezzo da non riuscire a stare insieme, quel goccio d’acqua che cade inondando tutto e rendendo simpaticamente appiccicaticcia ogni cosa, e giù altra nuvola di farina per compensare, trattenendo il fiato e le parole.

Poi magicamente eccola, la pasta liscia e delicata e da li in poi è solo poesia….

SEMOLA INTEGRALE Rimacinata Grano Decorticato a Pietra:

Dalla macinazione del grano tenero si ottiene la farina bianca che può essere di diverse tipologie in base al grado di raffinazione: farina integrale, farina tipo 2, farina tipo 1, farina tipo 0, farina tipo 00 la più raffinata. Dalla macinazione del grano duro si ottiene la semola integrale, la semola e la semola rimacinata. Dal grano duro non è, quindi, possibile ottenere la “farina bianca”. La farina di semola ha caratteristica di essere più “giallina” per la presenza di carotenoidi e granulosa, simile ad una sabbia sottile, la farina, invece, è bianchissima e di consistenza polverosa.
Del grano duro, così come anche per il grano tenero ne esistono diverse varietà con caratteristiche diverse, uno dei grani duri più pregiati e richiesti è la varietà denominata Senatore Cappelli.

LA SEMOLA INTEGRALE:
In questa pregiata lavorazione, ottenuta con l’antico metodo della macinazione a pietra, la semola è caratterizzata da un’elevata quantità di crusca, dalle note proprietà benefiche per l’organismo.

COME FARE MEZZELUNE PERFETTE:
ma ovviamente con l’attrezzo! Prima si formano i dischetti con il retro dell’attrezzo (così c’era scritto ma non mi piaceva il risultato, erano dischi troppo piccoli perchè si chiudessero alla perfezione) allora ho optato per un coppapasta normalissimo, e poi appoggiando i dischi di pasta sull’attrezzo, basta mettere un cucchiaino di ripieno nel centro e chiuderli pressando leggermente.

SUGGERIMENTO:
vi consiglio di non preparare prima tutti i dischetti ma di farne pochi per volta, la pasta tende ad asciugarsi velocemente e con l’aria si secca rendendo difficile la chiusura ermetica. Vi consiglio anche di passare il dito bagnato d’acqua sui bordi esterni del dischetto di pasta prima di chiuderla. Così sarete certi che in cottura non uscirà nulla.

Non credete siano bellissimi ??

Quando li avete preparati, metteteli su di un tagliere di legno o su di un canovaccio di cotone bianco infarinato di semola. La semola non viene assorbita dalla pasta mentre la farina bianca invece si. Teneteli distanziati tra loro.

IL RIPIENO:

in questo caso ho deciso di preparare carne di anatra e di cappone semplicemente perchè adoravo l’idea di abbinare il ripieno con le uova d’anatra utilizzate per fare la pasta! Potete però utilizzando anche le uova di gallina normali, sbizzarrirvi con il ripieno che più vi aggrada. ECCO QUALCHE IDEA
PESCE
Trito di gamberi robiola e pomodorini secchi
Trito di polpa di granchio e philadephia
Trito di carne di branzino o orata con dragoncello
Trito di salmone, timo, e granella di pistacchio

CARNE:
Trito di prosciutto crudo, salvia, nocciole e ricotta
Trito di bresaola e funghi
Trito di prosciutto cotto, mortadella e pesto di pistacchi
Trito di carne di maiale e manzo, pecorino e noci

VERDURE
Trito di borraggine e pinoli
Trito di zucca, amaretti e liquirizia
Trito di carciofi e limone
Trito di zucchine e ceci
Trito di melanzane, basilico e pomodori

Ingredienti:
2 uova d’anatra (3 di gallina)
300 gr di semola integrale rimacinata
50 gr di farina 00
sale
acqua

In una grande ciotola miscelare le due farine con due pizzichi di sale, rompere le uova e iniziare ad impastare. Rendere l’impasto sbriciolato e granuloso. Aggiungere poca acqua a temperatura ambiente e continuare a mescolare.
Infarinare leggermente un piano di legno o di marmo, versare il composto e amalgamarlo lavorandolo con le mani cercando di formare una palla. Aggiungere poca acqua per volta, fino a quando l’impasto sarà compatto e non si appiccicherà più alle mani. A quel punto lavorarlo premendo con il palmo della mano facendo una leggera pressione, ruotare l’impasto e continuare a premere e girare. Ottenuta una pasta compatta e asciutta dividerla in tre pezzi. Con un mattarello e spolverandola di semola, appiattirla poi passarla nella macchina della pasta, passando dalla posizione 1 alla 4 ottenendo delle sfoglie compatte.

Con un coppapasta leggermente più grande dell’attrezzo per formare i ravioli, ricavare tanti dischi che andrete a posizionale nell’attrezzo, riempirli con il ripieno desiderato e chiudere le mezzelune formando i ravioli.

I miei sono ripieni di petto di anatra tagliata al coltello, rosolata in un soffritto leggero, un bicchiere di vino bianco, cotta per circa 30 minuti e poi ridotta in piccolissimi pezzi. A parte ho preparato un brodo di cappone e dopo aver cotto la carne per 2 ore in acqua, sale, una cipolla, una carota, pepe nero, un chiodo di garofano, una foglia di alloro, ho ridotto a pezzetti la carne di cappone e aggiunta all’anatra.

Ho condito i ravioli con semplice burro fuso e salvia fritta nello stesso burro

9 risposte a "Ravioli mezzaluna, soddisfazione lunapiena!"

Add yours

  1. Vado in silenzio per poter attraversare la fragilità dell’atmosfera della tua cucina per poter assaporare la bellezza dei tuoi versi che nascono dalle tue mani quando accendi lo spirito dell’impasto. La tua luce illumina le ricette che passano attraverso il tuo prodigioso talento culinario. C’è un’assenza di ore quando ti godi la tua poesia.
    Un grande abbraccio Alessia. Un piacere leggervi e, allo stesso tempo, gustare le vostre ricette.
    Los ravioles se ven exquisitos.
    Manuel Angel

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: