Risotto di pesce sognando la montagna nel blu del mare

Adoro il pesce, quel profumo di sale, di alghe, di buono. Mi abbandono ad osservare i banchi di pesce fresco al mercato, tutti ben disposti, tra il bianco ghiaccio e il verde prato, guardo il loro colore, le forme e le diverse consistenze. Appena torno a casa col malloppo, sogno il momento in cui aprirò... Continue Reading →

Filetto di molo, fin che la barca va….

...non si può lasciarla andare, ora. Non si può. Non si può dire "tanto ce la farò" se non si fa qualcosa perché questo possa davvero accadere. Non si può lasciar andare il proprio animo nello sconforto, serve a poco o nulla, ma non si può nemmeno avere pensieri strafottenti perché nessuno è immune. Non... Continue Reading →

Trota, burro e salvia e si salvi chi può (1 parte)

Ci sono giorni che trascorrono senza troppi scossoni, altri insipidi e privi di significato, altri ancora deliziosamente sereni. Alcuni scivolano via senza bisogno di arrovellarsi per trovare risposte, che arrivano da sole in una sorta di illuminazione improvvisa. Infine capitano giorni dove, coincidenze sfortunate, alchimie negative e gesti inconsapevoli si intersecano e si mescolano come... Continue Reading →

Grigliata di pesce estiva ol iu chen it … ma privato!

Estate, la stagione più attesa, il momento che lascia il segno indelebile dei giorni trascorsi lentamente, del tempo sospeso, delle sensazioni pure di libertà assoluta. Nessuno schema, nessun muro, tutto scandito da ritmi diversi e impreziositi di valori importanti. L'estate, che regala suggestioni da ricordare, libri da raccontare, cartoline da fotografare, regole da infrangere. È... Continue Reading →

Salmone in vaso cottura…. CHICissimo!!

Era il lontano 9 marzo 2018 quando pubblicai questo articolo. Oggi lo ribloggo volentieri dandogli la medaglia della ricetta con le maggiori visualizzazioni! Vediamo chi se l’è persa??

PIATTORANOCCHIO

E niente, quando vedo qualcosa di “diverso” lo devo assolutamente provare! Sono agitata e incuriosita come un’ape in cerca dei fiori per il nettare o, al dire il vero, mi vedo più come un grosso orso in cerca di un alveare per il miele… comunque, ho voluto provare la vaso cottura. Tutto perché l’altro giorno, facendo pulizia sistematica e chirurgica della cucina, mi è toccato spostare di peso, per l’ennesima volta, quello strano elettrodomestico che ho da ben vent’anni e credo di averlo utilizzato dieci volte: il microonde! A dire il vero, l’avevo preso per scaldare tutt’al più il latte… e così, mossa da vera compassione per questo povero e indifeso oggetto emarginato, mi salta in mente la vaso cottura! Sostanzialmente deve piacere la cottura dei cibi a vapore, e quivi spiego tutte le curiosità e le proprietà della cottura in vaso. Intanto vi dico che, oltre ad essere…

View original post 206 altre parole

WordPress.com.

Su ↑