Marmellata di albicocche, pura, semplice, la più buona

La perfezione non esiste e mai esisterà. Avere ogni cosa si desideri, senza aver lottato, sofferto, sbagliato, inciampato è noioso. Cosi come preparare una marmellata di albicocche perfetta è impossibile: le albicocche mature al punto giusto, dolci al punto giusto, lo zucchero poco, ma non troppo poco, il limone buono ma non pungente, e la... Continue Reading →

Insalata dell’orto con cubetti del lago

Ho la fortuna di avere un piccolissimo orto, quindi cosa c'è di meglio se non raccogliere qualche tenera fogliolina di insalata, dei pomodorini e un cetriolo per imbastire questa deliziosa pietanza? Era talmente buona che mi è stato chiesto il bis... ma ahimè, a parte la tenera insalatina che sarei andata al volo a raccogliere,... Continue Reading →

Tartine alla trota affumicata

Il primo semplicissimo antipasto è creato per esaltare al massimo il meraviglioso sapore della trota affumicata. Il colore stupendo di questo pesce è il protagonista del piatto. Ho cercato e visto tante ricette, ma la semplicità le batte tutte. Ingredienti:pane da toast bianco (tipo le spuntinelle)robiola frescatrota salmonata Le specialità Lariane (clicca e leggi!)timo limone... Continue Reading →

Spätzle, un classico, una certezza, ecco, che fame

Mi son messa a frugare tra le mie ricette e non vi nascondo la soddisfazione nel cercare sulla barra di Google e trovare i miei scritti…. emozionante ! Ad ogni modo ecco che compaiono loro… gli spätzle fatti in casa, morbidi, fumanti, deliziosi! Li dedico a tutti i miei lettori! Buon appetito!

PIATTORANOCCHIO

Oggi proprio non posso farcela, nel dormiveglia della mattina una copiosa pioggia picchietta insistentemente sulla tapparella. Fastidioso rumore di umidità e noioso sentore di freddo mi squilibrano, mi rendono difficile anche il risveglio. Tutti i giorni sono oramai costantemente simili, si susseguono incessantemente fradici e le ore, umettate, si arrugginiscono ad ogni giro di lancetta. Da un mese a questa parte, tristemente il sole si nasconde e la signora primavera, bloccata nel traffico da qualche parte, al di là del mondo, continua a messaggiare insistentemente che sta per arrivare, ma causa di forza maggiore, è in ritardo e pensa di mandare, a questo punto direttamente l’estate. In casa l’atmosfera è mesta e assonnata, il divano sembra essere il protagonista indiscusso e si bea della sua comodità, la televisione cerca di riscattare il suo essere una scatola vuota, snocciolando notizie e soprattutto film in bianco e nero, che rievocano nostalgicamente il…

View original post 453 altre parole

Manfrigole, oggi doveva piovere…

Oggi doveva piovere, c'era bisogno di tanta acqua dopo cinque lunghissimi mesi di siccità. Certamente non avrei potuto immaginare neanche lontanamente di essere io ad aver sbloccato la situazione sbandierando ai quattro venti che il fine settimana scorso, avrei tanto voluto andare a fare un picnic con camminata in un bellissimo parco. Forse era meglio... Continue Reading →

Culurgiones, il segreto di nonna Francesca

Esiste un luogo, in Sardegna, tra profondi paesaggi marini dalle acque cristalline, dove il cielo blu si confonde all'orizzonte tuffandosi fra le onde, tra brulle colline arse dal color giallo oro sempre baciate dal sole, tra alberi da frutto e sudore contadino, tra spiagge bianchissime e profumo intenso di mirto, dove i gesti di nonna... Continue Reading →

Crostata di primavera, una tavolozza di bontà

La primavera sta arrivando, il primo tiepido sole che fa subito innamorare, il profumo della pioggia nell'aria, i temporali e gli arcobaleni, i colori intensi della natura che si risveglia timidamente dal lungo sonno invernale. Mi sono chiesta come rappresentare in un piatto tanta bellezza, delicatezza, dolcezza e nello stesso tempo forza, vitalità, colore. La... Continue Reading →

Fregola, gamberi e il mio nido a cuore

Ricordi…

PIATTORANOCCHIO

Esiste per me, un luogo magico, un posto dove rigenero e rilasso i pensieri, dove il cuore si fa leggero e le tensioni si allentano. E’ un punto ben preciso, uno spazio delicato e solitario. Sono qui ora, in assoluto silenzio, mentre il mondo attorno a me sonnecchia ancora e incantata ascolto e sorrido alla magia racchiusa nei miei occhi. Il picchio lavora incessantemente, battendo a ritmo perfetto sul legno morbido del grande ciliegio, il merlo zampetta, tra le poche foglie rimaste a terra dopo la mia sudata pulizia, e la tortorella si posa delicata, saltellando da un ramo all’altro e rimanendo in attesa di qualche generosa briciola, che distrattamente cade sempre dalle mie mani. Lungo il piccolo vialetto, osservo le piantine del mio orto, rigogliose e fiorenti, che paiono aver trovato linfa prodigiosa a dar corpo ai frutti e ai fiori. Il mio giardino, è questo luogo incantato che…

View original post 494 altre parole

WordPress.com.

Su ↑