Tsukune, le polpettine nipponiche che fanno impazzire

In casa regna sempre un non so che di …..giapponese. Dalle collezioni di manga ben allineati nella libreria, alle salse di ogni genere in cucina, dalle tipiche ciabatte Geta, alle bacchette autentiche per mangiare. Insomma, di tutto di più. E anche sulla mia tavola spesso e volentieri provo, tento, cucino e assaporo specialità dell’estremo Oriente. Oggi vi propongo le polpettine Tsukune ! Vanno a ruba!

Quando si parla di cucina giapponese qui da noi, tutti pensano alle miriadi di pubblicità dei ristoranti ALL YOU CAN EAT. Sappiate che di solito questi ristoranti sono tutti cinesi o coreani. I veri ristoranti giapponesi sono molto costosi, con pochi e specifici piatti, e non fanno mai la formula che tutti conosciamo. La cucina giapponese non è (solo) SUSHI, i piatti sono molto diversi da quelli che siamo abituati a vedere nelle nostre città sia nell’aspetto che nel sapore. In Giappone si mangia sushi, più povero e semplice di quello tutto colorato con ingredienti che in Giappone nemmeno hanno. Si mangiano il Ramen diverso negli ingredienti in ogni angolo di Giappone e la zuppa di miso, e si mangiano ogni giorno, come fossero la nostra classica minestra! Si mangia il fritto, la tempura o i kakiage . Avete mai sentito nei ristoranti (cinesi) all you can eat questi piatti: saba no nanbanzuke – karaage – tamagosando – mentsuyu somen – shabushabu somen gomadarefumi? Credo di no e poi pochi dolci come i dorayaki o i mochi o la classica torta di pesche.

Avete mai sentito parlare di tsukune o più in generale di yakitori? Sono spiedini, ottimi come street food, resi interessanti dalla copertura di salsa teriyaki a base di salsa di soia, mirin (vino di riso), zucchero. Gli tsukune sono una variante di yakitori. Sono facili da riconoscere perché si presentano sotto forma di polpettine infilzate, una dietro l’altra, da uno spiedino di bambù.

Le polpettine, prima di essere servite, sono coperte da una salsa. Può essere il classico condimento teriyaki oppure quella che è chiamata salsa tare, particolarmente apprezzata sulla carne alla griglia. Rispetto alla teriyaki, la tare ha una consistenza più densa ed è più saporita. Ma ora veniamo alla ricetta semplicissima che piacerà un sacco anche ai bambini!

Ingredienti per Tsukune, polpettine di pollo:

350 gr di macinato di pollo
mezzo cucchiaio di succo di zenzero grattugiato
mezza cipolla grattugiata
1 uovo
3-4 cucchiai di fecola di patate
3 cucchiai di fecola di patate per infarinare le polpette
1,5 cucchiai di pane grattato
pepe
mezzo cucchiaino di sale fino
1 cucchiaio di sakè (o di vino bianco secco)
30ml di olio di arachidi

Mescolate il macinato di pollo in una ciotola, con la cipolla, il succo di zenzero, il sakè, l’uovo, il pepe, il sale, 4 cucchiai di fecola di patate e il pangrattato. Fare delle palline di impasto di circa 2 cm.

Mettere una pentola di acqua non salata sul fuoco e quando arriva a bollore, tuffare le polpette. Quando vengono a galla toglierle e farle raffreddare. Infarinarle poi con la fecola di patate avanzata. Infilzare tre o quattro palline sullo stecchino di bambù.

Riscaldare mezzo cucchiaio di olio di arachidi in una padella antiaderente e far rosolare gli spiedini su entrambi i lati. Insaporire con la salsa se volete nello stesso metodo usato per gli yakitori

どうぞお召し上がりください

5 risposte a "Tsukune, le polpettine nipponiche che fanno impazzire"

Add yours

    1. a dire il vero no anche se ne ho sentito parlare molto.

      Abbandonata dal suo fidanzato Ethan, la giovane studentessa americana Abby si ritrova sola e demotivata a Tokyo. Si rifugia nel bistrot di Ramen sotto casa, dove, impressionata dall’atmosfera, decide di imparare a preparare il Ramen

      quale è la tua recensione?

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: