Crostata di carotine colorate e il solaio baby

A volte basta un attimo, per catapultare la propria anima, all’indietro nel tempo, in ricordi che parevano scomparsi e invece riappaiono nitidi e sinceri. A volte, persa nel mio mondo, inizio esagitata a sistemare cose laddove si celano, immobili e impolverati, oggetti come frammenti dispersi della mia vita passata. Il solaio è il luogo magico della casa, rimane spesso denutrito di attenzioni eppure gli confidiamo, e affidiamo, i ricordi più importanti della nostra vita: quelle emozioni, quei momenti, quei pezzetti di anima volati via, dimenticati, ignorati. Pare un confuso ripostiglio di vecchia roba, dalla quale non riusciamo a staccarci e nemmeno buttar via, non per taccagna ingordigia, né avarizia alcuna, ma perché in cuor nostro, ancorché non lo sappiamo, il momento per emozionarci di certo prima o poi arriverà.  Ed ecco, infatti, mi ritrovo in mano un foglietto con una scrittura a dir poco illeggibile, non tanto perché era stata prodotta da una piccolissima, ingenua e fanciullesca manina, ma perché si spande sulla carta, ormai divenuta giallognola, a lettere un po’ grandi e un po’ piccole, con strano intercedere da destra a sinistra. Un pensiero semplice, giacché all’epoca complicato, per una mente piccina, eppur così profonda da commuovere il cuore. Accanto una baby scarpina e un grembiulino bianco con ricamate le iniziali, di colui che mi ha rapito per sempre il cuore, l’anima, la mente e tutta la vita. Un bimbetto di poco più di cinque anni che già scriveva e sfatava ogni sciocco e leggero pregiudizio, che il nascer prima del tempo sarebbe stato per lui di nefasto auspicio. Scaraventata indietro per pochi istanti, mi riporto ora qui veloce perché allegramente decido di preparare a questo mio, ormai adulto giovanotto, una semplicissima pietanza, ma la voglio colorata, di piccoli ortaggi, simpaticissima e strapiena di ricordi. Una crostata di baby carotine che strappano immediatamente un sorriso e un lacrima di felicità! 

LO SAPEVATE CHE:
Nonostante il nome, le baby carote non sono una specie nana ma sono carote normali, “difettate” e dall’aspetto disastrato, che vengono tagliate in pezzi più piccoli, trasformate in bastoncini tondeggianti, lavate e impacchettate come snack. Le baby carote sono il risultato della trovata di Mike Yurosek, un agricoltore californiano, per vendere di più, che inventò le mini carote nel 1986 perché quelle mature, in larga parte, erano troppo “brutte” per la vendita. Oggi, quasi tutte le baby carote sono versioni ridotte della varietà Imperator, tipologia di carote che i coltivatori piantano a stretto contatto per fare in modo che crescano lunghe e sottili. Questo rende più facile dar loro la forma di mini carote, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti.

LE MINI CAROTE:
E’ vero che il boom di queste carote ha alzato a dismisura il loro prezzo, e anche il costoso processo industriale, a cui poi si aggiunge il “fattore moda” non rendono queste carote certamente economiche. Anche vero il fatto che siano ben poco sostenibili per l’ambiente visto che vengono sprecate sia molta acqua che molta energia per la loro produzione. E infine mettiamo pure tutti i materiali per il processo d’imballaggio. Ma la “rivoluzione” di Yurosek, tuttavia, ha contribuito in maniera decisiva a ridurre gli sprechi alimentari nel settore, e a aumentare la quantità di vitamina A consumata dalle persone, soprattutto americani, proponendole come alternativa al junk food: una versione salutare delle normali patatine e dei vari snack. Il fatto che siano pelate direttamente nella fabbrica, poi, ha fatto sì che i produttori possano riutilizzare gli scarti organici che normalmente finiscono nella spazzatura.

SUGGERIMENTO:
queste carote cosi piccoline, chiamate baby carote appunto, si trovano nel banco del supermercato in sacchetti già pelate, pulite e miste. Sono perfette come snack o per i bambini perchè attirano molto l’attenzione, oltre ad essere dolci di sapore! Ovviamente il prezzo è più alto delle carote sfuse, decidete voi la convenienza.

Ingredienti per uno stampo quadrato:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
6/8 baby carote arancio
6/8 baby carote viola
6/8 baby carote gialle
1 uovo
1 pizzico di zafferano
25 gr di robiola fresca
qualche rametto di rosmarino
sale
pepe
olio extravergine

Sbollentare le carote colorate, dopo averle pelate e pulite, lasciando da sole quelle viola, altrimenti il loro colore andrà a coprire il colore delle altre, in acqua leggermente salata per 10/15 minuti. Scolarle e tenerle da parte. Ritagliare e posizionare nella teglia il rotolo di pasta sfoglia e bucarlo con i rebbi di una forchetta. Ungerlo con un pennellino intinto nell’olio. In una ciotola sbattere l’uovo e renderlo spumoso, aggiungere la robiola, lo zafferano, un pizzico di sale e pepe e mescolare bene. Stendere l’impasto sulla pasta sfoglia, scaldare il forno a 200° e infornare la torta così com’è, senza carote. Quando noterete, dopo circa 10 minuti che la superficie dell’impasto avrò formato una crosticina, sfornare e adagiare le carotine divise perfettamente a metà nel senso della lunghezza su tutta la torta. Alternare i colori come preferite. Spennellare di abbondante olio extravergine e infornare nuovamente per altri 10 minuti a 180° o finché non vedrete i bordi ben dorati e cotti. Servire caldo/tiepido con rosmarino fresco

12 risposte a "Crostata di carotine colorate e il solaio baby"

Add yours

  1. Ciao Alessia, purtroppo il tempo è tiranno e,ultimamente,non sono riuscita a scriverti (anche per la mia non passione ad usare il pc); Però leggo spesso il tuo blog perchè,oltre alle ricette sempre invitanti correlate da foto stupende ,mi divertono molto i tuoi racconti semplici,ironici che rispecchiano in toto ciò che accade a una donna che,oltre al lavoro ,deve badare alla casa,marito,figlio e all’amico a quattro zampe.I biscottini li ho fatti ,non proprio belli come i tuoi ma buoni .Buona serata.

    Piace a 2 people

    1. Ciao Rosatea! Non parlarmi di tempo tiranno. Io non ne ho mai di tempo, finisce in un lampo ! L’importante che ogni tanto ti leggo perché i tuoi commenti sono sempre bellissimi e pieni di parole gentili! È vero i racconti sono proprio lo specchio della mia vita ed è bello condividerli con tutti voi che mi seguite con affetto! Ho solo un dubbio… chissà cosa penserete di me alla fine 😱!! 😂😂

      "Mi piace"

  2. Hai ragione,i miei piatti preferiti sono a base di verdure e ai dolci non rinuncio mai .Per quanto riguarda il pesce dovrei mangiarne di più perchè avrei bisogno di tanto fosforo per la memoria che incomincia a vacillare .I miei devono ripetermi le cose un paio di volte prima di memorizzarle .(A VOLTE MI CONVIENE FINGERE DI NON SENTIRE)

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: