Vaniglia, purè e i vecchi appunti del tempo che fu!

vaniglia5.jpg

Sono qui in silenziosa attesa, la televisione non mi regala nulla se non scontati chiacchiericci, che questa sera proprio non voglio ascoltare, mi giro e mi rigiro cercando di ingannare il tempo, con la voglia di riposare e di godermi una serata in deliziosa pace, ma col pensiero vigile e costante di chi attende qualcuno, fuori, nel buio, che è di là da venire. La sera è lunga e immensamente scura, spettrali ombre e sinistri rumori si annidano nella mia mente e mentre cerco di scacciar funesti pensieri, mi rifugio in ricordi e ritagli di vita. In mano tengo, con delicata presa, un pezzetto di carta dal color giallastro, i bordi lisi e strappati, frusto, logoro, consunto ma con gli appunti ben chiari impressi, di quantità, dosi e vecchi detti. Linee e tratti decisi, dall’inchiostro nero, resistito, negli anni, all’umidità della vita. Una ricetta mai detta, mai scoperta, un sapiente e ostinato lavoro di chi oramai non c’è più… Un lieto brivido di serenità mi pervade, mentre il profumo sale avvolgendo la casa: un inimitabile vaniglia, dal sapore inconfondibile, leggero e delicato, che sa di anni che furono e di ricette celate, di tradizione tramandata, di segreti inconfessati e mai pronunciati. Le patate sono già nell’acqua e borbottano, quand’ecco che odo il cancello aprirsi e di corsa, preparo il loro piatto preferito, senza badare all’ora tarda, e subito la casa si accende appena tutti, intorno al tavolo, scherziamo e ridiamo davanti al succulento atteso piatto, che sa di compagnia e tempi andati.

vaniglia3vaniglia

SUGGERIMENTO:

Il primo è sicuramente quello di dirvi che una volta provato il vaniglia del Salumificio Gini  non potrete mai più, e vi dico mai più, mangiarne un altro tipo! I precotti spariranno dalla vostra vita per sempre e vi innamorerete del suo sapore e non potrete più farne a meno.
vaniglia7

CURIOSITA’

Le ricette sono tramandate di padre in figlio fin dalla fine del 1800. Conservo intatto nel cuore il sorriso di mio suocero Serino, in quella bottega, sempre a testa bassa con amore e passione, e suo padre Tanin, in macello. Ringrazio Alberto, Paolo e tutti al negozio di paese che mi regalano ancora oggi tutte queste delizie che trasudano pazienza, dedizione e infinita bontà!

vaniglia2vaniglia4

Ingredienti per 3 persone:

1 vaniglia fresco
1 kg di patate bianche
70 gr di burro
250 ml di latte fresco
sale

Mettere a bollire le patate con la buccia dopo averle lavate e strofinate per bene, in acqua leggermente salata, per circa 15 minuti o più, finchè non saranno morbide. Scolarle e metterle a pezzi in un schiacciapatate. In una padella dal fondo spesso, far sciogliere il burro e aggiungere le patate schiacciate, mescolare vigorosamente aggiungendo a filo il latte. In una padella a bordi alti, capiente, far bollire dell’acqua (senza sale) e immergere il vaniglia. Normalmente andrebbe bucherellato con la forchetta, se volete farlo ricordate che più buchi fate, più il grasso cucendo si scioglierà e il vaniglia si asciugherà molto internamente. Lasciare in acqua per 30 minuti dal momento del bollore. Scolarlo, incidere la pelle con un coltellino appuntito ed eliminarla. Tagliare a fette spesse circa 3 cm e servirle caldissime con il purè.

5 risposte a "Vaniglia, purè e i vecchi appunti del tempo che fu!"

Add yours

  1. Una receta tan sencilla se convierte, en tus letras, en una historia de lo más interesante. Sin lugar a dudas dejas huellas de tu enorme capacidad de redacción en cada entrada de tu blog. Las fotos son estupendas. Para despertar el apetito de inmediato. Gracias por disfrutar de tu cocina. Saludos.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: