Calamari ripieni di vaniglia e lo stupore in famiglia!

Ma oggi si mangia pesce? Certo, bisogna mangiarlo almeno tre volte a settimana... ma quel meraviglioso vaniglia gustato l'altra sera e trasformato in piccola parte in polpette, è avanzato ancora... "Mai sprecare" asserisco con piglio sicuro, e con un pizzico di pazzia, leggo veloce qualche idea diversa, qualche spunto che mi faccia accendere la lampadina.... Continue Reading →

La michetta gourmet con il mitico Vaniglia!

Un messaggio vocale, un'idea, una richiesta. Mi sveglio di buon ora oggi, sono in telelavoro e visti i tempi ridotti non ho grandi idee culinarie in testa, il pranzo sarà certamente fugace. Domani è sabato e dovrò assolutamente pulire casa! I lati estremamente positivi di questa strana situazione di auto-isolamento dal mondo esterno, li ho... Continue Reading →

Perle di cotechino a quaranta gradi all’ombra!

grazie 🥰   SALUMIFICIO GINI  

PIATTORANOCCHIO

sciatt1

Il cielo terso dei giorni scorsi aveva intrappolato sulla pelle la voglia e la speranza che la primavera fosse finalmente arrivata, considerando soprattutto il fatto, che mancano pochi giorni a celebrare il solstizio d’estate! Presto mi sono dovuta ricredere e velocemente ho ritrovato ben riposti nell’armadio, lavati e profumati, i miei golfini e maglioncini. Esplorando con il naso all’insù quello stesso cielo, diventato ora plumbeo e carico di pioggia, li ho indossati nuovamente con malinconia e insoddisfazione. Per di più, oggi, con mio grande stupore, come se ne fossi completamente all’oscuro, in un angolo del frigorifero, rivedo un cotechino ben sigillato (una golosità senza eguali comprato alSalumificioGini) che senza ombra di dubbio non scade il prossimo Natale e che pressantemente, mi sollecita a cucinarlo. Devo essere sincera, il pensiero del clima mite e primaverile, e praticamente oramai estivo, non attira nella mia mente nessuna ricetta plausibile e…

View original post 344 altre parole

Vaniglia, purè e i vecchi appunti del tempo che fu!

Oggi piove a dirotto e questo piatto ci sta a meraviglia! Vi ripropongo la storia e la ricetta molto volentieri!!

PIATTORANOCCHIO

vaniglia5.jpgSono qui in silenziosa attesa, la televisione non mi regala nulla se non scontati chiacchiericci, che questa sera proprio non voglio ascoltare, mi giro e mi rigiro cercando di ingannare il tempo, con la voglia di riposare e di godermi una serata in deliziosa pace, ma col pensiero vigile e costante di chi attende qualcuno, fuori, nel buio, che è di là da venire. La sera è lunga e immensamente scura, spettrali ombre e sinistri rumori si annidano nella mia mente e mentre cerco di scacciar funesti pensieri, mi rifugio in ricordi e ritagli di vita. In mano tengo, con delicata presa, un pezzetto di carta dal color giallastro, i bordi lisi e strappati, frusto, logoro, consunto ma con gli appunti ben chiari impressi, di quantità, dosi e vecchi detti. Linee e tratti decisi, dall’inchiostro nero, resistito, negli anni, all’umidità della vita. Una ricetta mai detta, mai scoperta, un sapiente…

View original post 378 altre parole

WordPress.com.

Su ↑