Mattonella dolce, ma così leggera da volar via!

La propria libertà finisce dove inizia la libertà altrui, oltre quel confine non si può andare, non bisogna oltrepassare quella sottile linea che determina imprescindibilmente la vita degli altri. Vivere pensando di possedere qualcosa o qualcuno è molto sciocco, nessuno di noi ha l’autorità di farlo, perché l’animo delle persone che ci circondano è libero di volare lontano, di librarsi nell’aria e piroettare dove gli pare. I pensieri sono intimi e ingiudicabili, si evolvono, si mischiano, si delineano, si inzuppano con le parole. Un gusto, un desiderio, un piacere, ognuno percepisce le cose a modo suo, anni di vita, esperienza, momenti di gioia o dolore, che hanno determinato ogni essenza di noi, di ciò che siamo e che saremo. Siamo diversi, nei modi, nelle movenze, nei profumi; dissimili nei capelli, nei vestiti, nelle parole; diseguali nel cibo, nel colesterolo e nella glicemia. Chi mangia senza ritegno e non ingrassa di un grammo, e chi invece distrattamente transita di fianco ad una panetteria e si ritrova con un kg di troppo solo per averne sniffato il profumo. Chi divora tonnellate di burro e formaggio e brancola nel buio cercando il colesterolo cattivo che il suo sangue non conosce affatto e chi pur ingurgitando pillole e stando perennemente a dieta lo produce per se stesso, la prole e tutta la discendenza addivenire. Attribuendo tutto ciò a Madre Natura, ora capisco come la mia mattonella agli speculoos, a dispetto del nome massiccio e per così dire indigesto, oggi vola via soave nelle nostre bocche, deliziando non solo i palati più esigenti ma collezionando consensi leggeri come piume e appagamenti celestiali.

SUGGERIMENTO:
pur essendo molto scenografica, potete anche evitare di fare i ciuffi con la sac a poche e procedere spalmando un generoso strato sulla superficie dei biscotti. Ricordatevi però di tenere la crema al mascarpone molto compatta e dura.

CONSIGLIO.
ho utilizzato il caffè liofilizzato perché quello in tazzina sarebbe stato troppo liquido e l’acqua avrebbe fatto perdere consistenza alla crema. Se non vi piace la polvere di caffè potete fare un caffè ristrettissimo e aggiungerlo poco per volta verificando che la crema non diventi troppo molle.

Ingredienti:
27 biscotti secchi tipo petit (io ho usato gli speculoos)
500 gr di mascarpone
3 uova
100 gr di zucchero
1 cucchiaio di caffè liofilizzato
1 ciotola di latte
cacao in polvere

Mescolare energicamente lo zucchero con le uova, aggiungere il caffè e ottenere una crema fluida. Mettere il mascarpone a cucchiaiate amalgamando bene ogni volta e creando una crema densa e compatta.

Su di un vassoio rettangolare disporre i biscotti 3+3+3 imbevuti in un goccio di latte, cospargerli di cacao in polvere e di crema di mascarpone, a ciuffi o spalmata generosamente. Ripetere l’operazione con i biscotti per tre strati. Finire decorando la torta con ciuffi di crema e cacao in polvere

Ti potrebbe interessare:

16 risposte a "Mattonella dolce, ma così leggera da volar via!"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: