Pasta al forno e la primavera, senza chiedere, è arrivata!

Non posso esimermi dall’uscire, purtroppo. Vorrei rimanere barricata nel mio guscio, rintanata tra le mie mura, abbracciata alla mia casa, accoccolata nel mio letto, ma non posso. Vorrei non dovermi giustificare, non dover supplicare, non dover aver paura. Indosso una mascherina bianca, che non riesco nemmeno a capire quale sia il sotto e il sopra, con un laccio troppo lungo da doverlo stranamente attorcigliare, con la coppa troppo grande per il mio viso, con una strana forma a becco di papera. Mi sento strana, incompetente, irrecuperabile. Mi specchio e noto che il laccio troppo lungo, non è da usare così, ma che semplicemente è da raddoppiare, che sto usando la mascherina al contrario e che, come al solito, il mio spirito gioppiniano emerge anche in situazioni tremendamente serie. Scoppio in una risata fragorosa, quasi a buttar fuori tutta l’ansia, la tensione e l’angoscia, e non riesco a fermarmi, mi scendono perfino le lacrime, ritrovandomi ben presto a piangere, sommessamente, singhiozzando e sospirando. Mai nella mia vita mi era capitato di vivere una simile situazione, di avere la sensazione che l’aria mi manchi nei polmoni, che le parole mi si strozzino in gola, che i pensieri si inzuppino così tanto di paura. Sono alla ricerca di un pò di pace, mentre percorro questa breve strada, deserta, vuota, spettrale. La primavera non ha chiesto nessun permesso, è arrivata, ha bussato e spalancato la porta senza attendere risposta, mi ha portato la pasta al forno più buona del mondo e mi ha sorriso, dandomi la mano, fatta d’aria fresca, di cielo blu, di sole caldo, di fiori profumati e di giornate lunghe. Sono certa, che la natura, almeno quella, non si fermerà, che le cose storte si raddrizzeranno, che i rami secchi rifioriranno, che la terra brulla darà erba verde. Oggi sono finalmente chiusa in casa, con la primavera dalle finestre e il sole sulla mia tavola, cucinando un piatto scontato e banale, ma che strapperà le maschere dal nostro viso, per elargire sorrisi e occhi dolci.

SUGGERIMENTO:
Per ottenere una pasta al forno di tutto rispetto ricordatevi che la pasta, dovrà essere scolata al dente, molto al dente. Il condimento caldo del ragù e la successiva cottura in forno la porteranno alla giusta consistenza. Al contrario la pasta risulterà scotta e disfatta.

RICORDATEVI CHE:
se è pur vero che di tempo ne abbiamo poco, per ottenere una pasta al forno fantastica evitate di buttare nella pirofila tutti cibi pronti. La tentazione di acquistare ragù e besciamella confezionati e mescolare tutto insieme ci viene spesso propinata nelle trasmissioni: veloce e subito, detto fatto, pronto in 5 minuti ecc, con un risultato triste, sciapo, e dal gusto decisamente finto. Potete preparare il ragù la sera prima, intanto cuoce piano e da solo. La besciamella fatta al momento morbida e gustosa vi porterà via al massimo 10 minuti, giusto il tempo di cuocere la pasta. L’unica eccezione potrebbe essere proprio la pasta, visto che si trovano in commercio ottimi prodotti sia freschi che secchi.

La pasta al forno da il meglio di se appena preparata: la besciamella è calda e morbida, la pasta è cotta a puntino e il croccante della crosticina è perfetto. Personalmente non mi è mai avanzata, e non sono d’accordo nel dire: riscaldata diventa ancora più buona, anzi! Nel caso succedesse potete riscaldarla al forno già caldo creando però un pò di vapore acqueo mettendo dell’acqua sul fondo del forno. Certamente risulterà più secca, la besciamella perderà di consistenza e la pasta sarà molto più cotta. Un consiglio spassionato? Mangiatevela tutta subito!!!

COS’E’ IL ROUX
Il roux è una miscela di burro fuso e farina che sta alla base delle salse bianche. A seconda dei tempi di cottura distinguiamo tre tipi diversi di roux. I roux servono per addensare salse o minestre. Il termine roux in francese significa “color ruggine”. Nella preparazione dei roux la proporzione di burro (parte grassa) deve essere sufficiente a far si che la farina non formi grumi quindi deve avere almeno lo stesso peso della farina.

QUALE PASTA?
siamo soliti pensare alla pasta forno sotto forma di lasagne, cannelloni o al massimo paccheri. Ma provatela con le tagliatelle all’uovo, oppure coi rigatoni nei quali il sugo entra e amalgama, e vi consiglio di più. Se potete preparare delle ottime pappardelle fatte in casa, credetemi, rifarete questa pasta al forno mille volte!

LA BESCIAMELLA:
La besciamella è un’antica salsa di base, con una storia controversa, divisa tra Italia e Francia. L’ipotesi più accreditata è che sia stata Caterina de Medici ad averla importata in Francia con il nome di “salsa colla”. Ma è grazie al cortigiano Louis de Béchameil che prese poi il nome di salsa besciamella nonostante Pellegrino Artusi preferisse italianizzarla nel suo ricettario con il nome di Balsamella, ormai in disuso.

Ingredienti:
600 gr di ragù di carne fatto in casa ( ricetta qui)
300 gr di pappardelle all’uovo (meglio fresche fatte in casa)
parmigiano reggiano

per la besciamella:
500 gr di latte intero
50 gr di farina
50 gr di burro
sale
pepe

Preparare il ragù di carne come descritto qui. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolare al dente. In un pentolino antiaderente abbastanza capiente, versate il burro, e quando spumeggia unire tutta la farina, girare con un cucchiaio di legno energicamente fino a formare il famoso roux. Quando assumerà un bel colore dorato e morbido, aggiungete il latte a filo, mescolando sempre con vigore. Aggiustate di sale e pepe, fate cuocere sempre mescolando per 5/6 minuti fino a sfiorare il bollore. Spegnete e mettete da parte. Condire con il ragù e metà della besciamella mescolando molto bene. Aggiungere due cucchiai colmi di parmigiano grattugiato, poi versare la pasta in una pirofila, cospargere con la restante la besciamella ed il parmigiano grattugiato, spolverare con un pizzico di pepe e cuocere in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti o fino a che vedrete una bella crosticina dorata sulla superficie.

5 risposte a "Pasta al forno e la primavera, senza chiedere, è arrivata!"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: