Plumcake al cioccolato e la storia scritta della mia colazione

Il vero, unico, inconfutabile momento in cui la mia spiccata sensibilità mi dirà, senza alcun margine di errore, come trascorrerò la giornata, è la colazione! Da 26 anni ormai, sono abituata a dividere solo con me stessa, questo importantissimo primo istante della giornata, dal giorno in cui mi sono sposata, perché, mio marito, non fa mai colazione e mio figlio ha ereditato da lui la stessa strana, inconsueta, assolutamente personale scelta. Ho trasformato perciò questo pasto, in un momento solo mio, con piena soddisfazione e felicità. Tutto mio, gelosamente mio, solo mio! È diventata una questione di principio, guai a chi si intromette! A chi osa disturbare il mio momento relax/colazione/privato. Così negli anni ho affinato la tecnica, e modestamente, mi ritaglio un istante di tutto rispetto, più o meno lungo, a seconda del tempo a disposizione. Ci sono colazioni lavorative, più sbrigative e veloci, e colazioni festive, tranquille, pacate e lente. Se il meteo lo permette, allestisco, sul tavolo sotto il gazebo, un piccolo angolo single e gourmet, con latte, caffè, zucchero, fette biscottate spalmate generosamente di burro, marmellata e frutta fresca, oppure un succo o una spremuta, leggo le news 24 e qualche pettegolezzo qua e là, controllo le statistiche del mio blog e mi rilasso al caldo sole primaverile o estivo, al profumo dei fiori appena sbocciati e al canto delizioso degli uccellini. Se invece è inverno, oppure piove o tira vento, spalanco le tende e mi apposto col tavolino della colazione, davanti alla grande finestra, osservando la natura da dietro il vetro e scaldando i miei piedi col labrador accovacciato sopra. A dire il vero anche d’estate con conseguente bollore insopportabile. Ci sono le colazioni stagionali, fatte di pandoro e panettoni, o di colombe e pastiere, o colazioni estemporanee con fette di pane tostato e marmellata, oppure le colazioni che adoro di più, come quelle di queste mattine, rigorosamente handmade, con golosissimi plumcake fatti apposti per essere inzuppati, preparati il giorno prima e centellinati nelle mattine successive. La vera storia della mia colazione è scritta giorno per giorno, è il mio momento magico, è il mio personale inizio di giornata!

SUGGERIMENTO:
questo plumcake è il classico dolce da inzuppo. Se volete renderlo più umido e cioccolatoso all’interno, prendete piccoli cubetti di cioccolato, passateli nella farina e una volta messa la crema nello stampo, prima di cuocere il plumcake, infilate qua e là il cioccolato. Ridurre poi la cottura di 5/8 minuti. La farina aiuterà a non far sprofondare il cioccolato sul fondo e il calore lo scioglierà delicatamente senza però farlo “sparire” del tutto.

IL CIOCCOLATO FONDENTE:
Ricco di antiossidanti, il cioccolato fondente fa bene alla pelle, protegge il cuore e regala energia. Contiene carboidrati, grassi, fibre e proteine in quantità più elevate rispetto a quello al latte. 100 grammi di cioccolato fondente apportano circa dalle 500 alle 600 calorie, a seconda della tipologia. Perché faccia bene, il consiglio è quello di consumare cioccolato che abbia almeno il 70% di cacao.

COLAZIONE PASTO ESSENZIALE PER L’ORGANISMO:
La colazione è essenziale in quanto l’organismo arriva da un periodo di riposo e sente la necessità di reintegrare liquidi e nutrienti necessari per affrontare la giornata con le dovute energie. Così parlano i nutrizionisti. Il pasto deve contenere la giusta quantità di carboidrati, proteine, grassi, sali minerali e vitamine.

CHI SALTA LA COLAZIONE NON STA SBAGLIANDO:
cresciamo con la convinzione di cui sopra, che la colazione sia il pasto più importante della giornata, ma come ben sappiamo, sentiamo spesso tantissime contraddizioni in ogni campo, nessuno lo sa veramente! Il cioccolato fa bene, titolo del secolo, poi diventa veleno. Il latte fa benissimo, poi diventa da pazzi berlo. La colazione è indispensabile per le energie della giornata eppure c’è chi, senza far colazione, è più attivo e allegro di chi la fa! Insomma, se siete di quelli che al solo odore di cibo appena svegli, lo stomaco di ribella e si chiude, non siete strani e nemmeno soli!

SUGGERIMENTO:
potete anche preparare una glassa golosa da mettere sul vostro plumcake sciogliendo del cioccolato bianco in latte caldo nella proporzione di 150 gr di cioccolato in 100 ml di latte o panna. Oppure una glassa con zucchero al velo, acqua e albumi con queste quantità: 200 gr di zucchero, 4 cucchiai di acqua e 1 albume per ottenere circa 250 gr di glassa.

Ingredienti:
110 gr di farina 00
50 gr di farina di riso
120 gr di burro morbido
3 uova
180 gr di zucchero
125 ml di yogurt bianco magro
150 gr di cioccolato fondente
30 gr di cacao amaro
1 bustina di lievito per dolci
zucchero al velo

In una ciotola montare a crema spumosa le uova con lo zucchero e il burro morbido. Aggiungere lo yogurt e continuare a montare con le fruste. Setacciare le due farine con il lievito e il cacao e aggiungere poco per volta all’impasto.

Sminuzzare il cioccolato fondente poi incorporarlo all’impasto. Se volete, potete teneri alcuni pezzi più grossi, infarinati da aggiungere all’ultimo.
Prendete uno stampo di plumcake, imburratelo e infarinatelo per bene, versate il composto e livellatelo. Infornare a forno già caldo a 180° per 30/35 minuti circa. Facendo la prova con lo stecchino. Non dovrà uscire asciutto ma un pochino umido. Sfornare, attendere che si raffreddi un pochino e sformarlo su piatto da portata. Cospargere di zucchero al velo.

15 risposte a "Plumcake al cioccolato e la storia scritta della mia colazione"

Add yours

  1. Ahora que ha pasado la tormenta y el regaño puede ser menor, pues te tengo que decir que no olvidé nunca la promesa. El día primero de mayo, como esta misma fecha, publiqué tu poema:(Mi Musa), Cuando leí tu publicación que estabas sola desayunando, quise acompañarte con mi inspiración y me pareció la ocasión propicia para dejarlo fluir. Dejé pasar un tiempo prudencial porque no sabía como ibas a reaccionar. Fue así la inspiración. Tomó esos caminos pero quiero que entiendas que lo hice con todo el respeto del mundo. Te admiro y sobre todo, te respeto de pies a cabeza como mujer. Solo quería dedicarte unos versos que y salió de esa manera. No tengo otra forma de escribir. Cada verso es lo que me has inspirado todo este tiempo que tengo leyendo tus recetas y absorbiendo cada palabra de tus pensamientos. Me pareció maravilloso involucrarme en tu mundo y soñé y soné, hasta que el poema cobró vida. Fue sólo para ti en la intimidad de mi corazón. Gracias por ser tu Alessia. Y espero que sea de tu agrado.
    Manuel

    Piace a 1 persona

    1. ¡Querido y gran amigo mío! Te escribo en mi idioma para no escribir mal las palabras…
      Non ho parole per ringraziarti di ciò che hai fatto, non avevo capito che mi Musa era “dedicato” in qualche modo a me! Sono orgogliosa, felice, stupefatta, emozionata, coinvolta positivamente non ho altro modo per dirti grazie, grazie di cuore per questa bella e importante amicizia. Sei una persona molto sensibile, a volte si crede che nel mondo virtuale ci siano sono persone “finte” ma in questa strana raccolta che è wordpress credo che le persone coi loro blog come fossero diari siano tutte reali. Ad ogni modo mi basta sapere che qualcuno nel mondo, lontano da me, con un’altra cultura, vita, emozioni, realtà apprezzi il mio modo di essere senza giudicare ma anzi, facendosi ispirare per i propri versi. Sono davvero riconoscente a te Manuel e non finirò mai di ringraziarti per quelle bellissime parole!!! Grazie Grazie di cuore!

      Piace a 1 persona

      1. Uff !! Un grande sollievo che mi lascia nel mio cuore. Tu, Alessia, sarai la mia grande amica che posso avere in questo mondo irreale a causa delle distanze, ma ti avvicini a me quando scrivi nei preamboli delle tue ricette. Grazie per aver accettato la mia poesia. Significa che ho fatto bene. Un grande abbraccio e un bacio per te.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: