Risotto di mare e le magiche gemelle Alebel!

 

pastis1.jpg

Con gesto istintivo e ripetitivo, infilo la chiave nella toppa e al click finale, una felice musata umidiccia, mi apre la strada spalancando la porta. Il riflesso del sole al tramonto, che penetra dalle persiane, lascia intravvedere un sottile e impalpabile strato di polvere sul pavimento, arricchito ora, da una pomposa e soffice nuvola di peli di labrador appena caduti dal suo lucido manto, dopo la sgraziata e scoordinata danza stile capoeira con la quale mi accoglie ogni giorno. Il divano è disordinato, lasciato al suo destino dopo la battaglia della sera prima, e in cucina il persistente e diffuso profumo di caffè mattiniero, persevera immutato attraverso la caffettiera, oramai vuota ed abbandonata. Mi chiedo spesso come io riesca a conciliare il lavoro, la casa, gli impegni e la cucina, avendomi, madre natura, fornita solo di due mani e due gambe. Poi, distrattamente percorro il corridoio e sento provenire dal vecchio specchio intriso di ditate e musate un sibilo: “Ppppsssss! Ciao!”. Mi guardo riflessa e sorrido, strizzando l’occhio alle mie gemelle identiche, una con in mano l’aspirapolvere, l’altra con i sacchetti della spesa e l’altra con il ferro da stiro, pronte per essere liberate anche stasera… Recito la formula magica: “BalalaLuna!”. Eccole in azione e prima che scocchi la mezzanotte, la casa è pulita e ordinata, i vestiti stirati e io, dopo aver cucinato un succulento e fantastico risotto di mare, scrivo comodamente seduta e rilassata, la storia della magica Alebel e le sue gemelle.

pastis4pastis3

CURIOSITA’:

In questo meraviglioso risotto ho aggiunto un liquore poco conosciuto in Italia. Si tratta del Pastis. E’ un liquore francese consumato spesso come aperitivo e caratterizzato dalle note speziate di anice e liquirizia. Il suo aroma è veramente particolare poiché deriva dalla miscela di due tipi di anice, quello verde e quello stellato. Per gli amanti degli aperitivi dal nome particolare, trova posto il Café Electrique che vede come aggiunta al Pastis, il caffè. Ne deriva una bevanda dal gusto fortemente aromatico che dona una sferzata di energia. Il Pastis è protagonista di molti aperitivi che caratterizzano l’inizio del relax per molti francesi, ricco di sapore senza rinunciare alla tradizione! Oltre che come aperitivo, il Pastis si può consumare anche come digestivo.

Grazie mille al nostro amico Fred che ci ha fatto conoscere il Pastis !! pastis 51

 

pastispastis2

Difficoltà media
Tempo: 40 minuti + il tempo per spurgare le vongole
Ingredienti 3 persone:

300 gr di riso carnaroli o vialone nano
1 kg di vongole o lupini
500 gr di code di gamberoni
1 lt di brodo di pesce
1 bicchierino di liquore Pastis
1 noce di burro
olio evo
pepe
qualche foglia di prezzemolo fresco

Per prima cosa far aprire i frutti di mare (vongole, cozze, fasolari, se volete arricchire il vostro risotto) in padella con due cucchiai di olio extravergine d’oliva. Non appena le valve sono aperte, scartare quelle rimaste chiuse, rimuoverle dal fuoco e filtrare il sugo di cottura. Passare nella stessa padella le code di gamberone con la loro pelle, quando saranno rosa, tenerle da parte. In una casseruola dal fondo spesso o una risottiera, far scaldare l’olio e unire il riso. Farlo tostare e quando i chicchi saranno quasi trasparenti, iniziare la cottura del riso con aggiunte di brodo bollente e del sugo di cottura delle vongole precedentemente filtrato. Quasi al termine della cottura del riso, unire un bicchierino di liquore Pastis, una noce di burro e mantecare per bene il riso, aggiustare di sale poi aggiungere nella casseruola anche le vongole e le code di gambero. A cottura ultimata, dopo pochissimi minuti, servire con qualche foglia di prezzemolo fresco e un grattata di pepe nero.

 

SUGGERIMENTO:
Al posto del Pastis, si può aggiungere il Brandy per dare un tocco dolce al risotto oppure potete omettere il liquore senza compromettere la riuscita del risotto. Si possono aggiungere altri tipi di pesce, ricordate però i tempi di cottura che sono diversi da pesce a pesce. Un buon risotto di mare di solito prevede cozze, vongole, calamari e gamberi e per un risultato davvero strepitoso, scegliete pesce freschissimo e non congelato o decongelato. Il sapore sarà tutta un’altra cosa!

 

Volevo precisare che descrivere la mia persona come un polipo tutto fare non era una bella immagine. Molto più carine le gemelle Alebel e la formula magica ispirata al cartone animato del 1980 “Lalabel”. Chi lo vedeva? Fatemi sapere!

 

 

 

Annunci

4 risposte a "Risotto di mare e le magiche gemelle Alebel!"

Add yours

  1. cara Alessia , il tuo racconto è divertente e il cartone animato non me lo ricordo ma mi hai fatto affiorare alla mente il ricordo dell’aperitivo PASTIS che , come il BITTER CAMPARI , l’APEROL ,il CARPANO PUNT E MES e il ROSSO ANTICO ,veniva servito con una spruzzata di SELZ .Buonissimo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: