Rotolo salato e l’ansia dell’innominato!

rotolovaldostana.jpg

In queste giornate di inizio dicembre, il tempo sembra volarmi via dalle mani e la frenesia, che si percepisce per strada, è talmente intensa, da rendere frenetiche anche le mie azioni, come se per forza debba essere di corsa, anche quando non ho motivo di esserlo! In questi giorni convulsi non posso rimanere indietro, indifesa e sola, sarei sommersa, schiacciata, inabissata. Tutti corrono veloci con pacchi e pacchetti, la folla pare uno sciame che si agita, ondeggia, si incontra e si scontra, creando confusione e disordine. La sveglia, stamattina è suonata cinque minuti prima, anche se l’avevo puntata al solito orario, ma lei si è animata e ha deciso che dovevo sbrigarmi a prescindere… Alla cassa del supermercato, ho dovuto pagare prima di mettere le cose sul rullo, perché dietro avevo già chi stava impilando la sua spesa sopra la mia! In auto, alla rotonda, l’ultimo della fila, dietro 10 km da me, inizia a strombazzare isterico, e mi grida che tra un tir e l’altro posso anche infilarmi, suvvia! Davanti al nudo e crudo display del bancomat, esito un secondo a digitare il codice e mi torna la carta con una voce che mi dice che oramai i soldi li ho già spesi tutti e anche quando arrivo a casa, il labrador si è già versato le crocchette nella ciotola e tamburella i polpastrelli sul pavimento in trepidante attesa. Che ansia tutta questa frenesia, anche in cucina devo sbrigarmi, è tardi stasera, imbastisco un rotolo di pasta sfoglia, prosciutto, mozzarella, zucchine, tutto ciò che mi salta in mano, presto perché il forno si sta pure spegnendo da solo. Lo servo prima ai miei uomini, ripongo la teglia, mi giro e guardo le briciole nel loro piatto… oramai è tutto finito: “buonissimo come si chiama? ” Non lo so, non ho tempo di pensare, è un rotolo di pasta sfoglia con l’ansia dell’innominato!!

rotolovaldostana3rotolovaldostana6

SUGGERIMENTO:

Questo rotolo salato è un facilissimo antipasto da preparare anche all’ultimo momento. Se non si ha a disposizione lo speck, si può utilizzare il prosciutto cotto, al posto delle zucchine, vanno bene anche le foglie di spinaci, ben lavate e messe crude senza cuocerle prima, al posto della mozzarella va bene una provola dolce, e se non amate la senape, potete sostituirla con la maionese.
Potete preparare questo rotolo anche tutto vegetariano, mettendo sia spinaci che zucchine, una provola e delle carote tagliate sottilissime con la mandolina.

rotolovaldostana5rotolovaldostana7rotolovaldostana1

Ingredienti per un rotolo (due/tre persone):

1 pasta sfoglia rotonda o rettangolare
150 gr di speck a fette
3 sottilette alla mozzarella o la mozzarella a fogli
1 grossa zucchina
1 cucchiaio di senape/maionese
1 uovo
semi di sesamo e di papavero

Spalmare sul disco di pasta sfoglia la senape mescolata con un pò di maionese, adagiare le fette di mozzarella, le fette di speck e coprire con la zucchina tagliata a fette sottili. Se usate lo speck non serve salare perchè il sapore è già sapido, se invece utilizzate del prosciutto cotto, salare leggermente le zucchine. Richiudere il rotolo e sigillate bene i lati, spennellarlo con uovo (meglio solo il tuorlo) sbattuto e cospargere di semi.
Infornare a 200° per 30 minuti, a seconda del forno, controllare la doratura della pasta.
Servire caldo oppure anche freddo,è buonissimo ugualmente!

Annunci

Una risposta a "Rotolo salato e l’ansia dell’innominato!"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: