Uova finger food pasquali e sciata a pelle di leone!

uova10

E’ arrivata la Pasqua! Come ogni anno, la mia giornata da vera sciatrice inizia con una ricetta sfiziosa in mente e la difficilissima prova della seggiovia. Al tornello, mi si impiglia il bastoncino e strattonandolo, arrivo gattoni sul tappeto di gomma, sci incastrati in posizione improbabile e giravolta atroce della rotula; aspetto attenta di sedermi ma arriva inesorabile la botta del seggiolino nell’interno ginocchio e la rotula si riposiziona. Mi riprendo appena dal dolore e già lotto con la barra protettiva che pesa quintali, mi posiziono seduta ben in punta, e con scatto felino scendo, gli sci mi si incrociano e la rotula si rigira.  Mi ricompongo mantenendo uno stile impeccabile, chiudo gli occhi e inizio a studiare la pista come Sofia Goggia, poi tiro un bel sospiro, schiocco la frusta sulla coda degli sci e parto. Immancabilmente mi imbatto nel trenino dei bambini con maestro (che farei bene a seguirli pure io con le gambette a x), cerco di evitarli con nonchalance ma ribalto l’ultimo della coda facendo partire un effetto domino devastante (poverini). Scappo inseguita dalle grida imprecanti del maestro e per giusta punizione, mi sfreccia di fianco il mostro delle nevi che mi avvolge nel tornado Katrina e mi catapulta a terra. Inizia così, a pelle di leone, inesorabile, la mia discesa verso valle, curva dopo curva, dosso dopo dosso. Non so proprio come, ma con un colpo di reni, poco prima del fondo pista, riesco a rialzarmi e in perfette condizioni, facendo una derapata finale, alzo uno tsunami di neve su tutte le persone ferme a prendere il sole, che mi guardano meravigliate esclamando: “ma quanto è brava quella?”. E la rotula intanto è ritornata a posto! Alla sera, mi sento leggera come una piuma e felice preparo le mie ovette pasquali in quattro versioni ripensando alla mia sciata da…
“campionessa di discesa a pelle di leone!”

Di seguito troverete delle idee molto sfiziose per l’antipasto di Pasqua. I bambini ne andranno matti, ve lo assicuro! Ma non solo i bambini !!!

MORBIDO D’UOVO FRITTO

uovauova1uova2

Questa meraviglia mi è stata suggerita da un amico chef e il solo pensiero mi ha letteralmente e positivamente scioccato. Di sicuro una volta nella vita dovete provarla!

Fate congelare i tuorli d’uovo in uno stampino a forma di piccole sfere. (Potete usare i contenitori per il ghiaccio, per esempio, ci sono a forma di sfera!) Questo piccolo segreto vi permetterà di ottenere un cuore d’uovo morbido meraviglioso! Preparate 50 gr di farina, 50 gr di pangrattato e 1 uovo sbattuto con sale e pepe. Togliete dal freezer le piccole palline surgelate di tuorlo e passatele prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato che avrete insaporito di sale e pepe. Fatele friggere in 300 ml di olio di semi d’arachide e scolatele appena sono dorate.

Grazie mille al mio amico chef Pietro (che ne sa una più del diavolo!)

PEPITE DI UOVA DI QUAGLIA IN PANNA ACIDA

uova6uova7

Per preparare le pepite vi serviranno: 5 uova di quaglia a persona, panna acida a piacere (la trovate al super vicino alla panna fresca e si chiama anche crème fraîche, ha una lieve nota acidula), erba cipollina, 50 gr di farina, 50 gr di pangrattato, 1 uovo, 200 ml di olio di semi d’arachide.
Portate a bollore dell’acqua in un pentolino, calate le uova di quaglia e lasciatele cuocere per 4-5 minuti poi mettetele in acqua fredda, spellatele e infarinatele. Passatele nell’uovo sbattuto poi nel pangrattato e friggetele. Tamponate bene con carta da cucina e servitele calde con panna acida aromatizzata di erba cipollina fresca. essendo piccoline si mangiano in un sol boccone, il gusto è quello delle uova classiche e ai bambini piaceranno tantissimo!

FREDDO DI UOVA COLORATE 

uova8uova9

Per preparare queste uova colorate vi serviranno uova sode, calcolando 2 uova per ogni commensale, uova di lompo rosso, semi di nigella o sesamo nero, fiori di rosmarino.
Fate bollire dell’acqua in un pentolino e quando bolle calate delicatamente le uova e fatele rassodare per 8-9 minuti. Passatele in acqua fredda, spellatele e tagliatele a metà con delicatezza prelevando il tuorlo. Schiacciate tutti i tuorli grossolanamente con la forchetta, aggiungete semi di nigella e uova di lompo rosso e miscelate. Riempite gli albumi con il trito ottenuto e decorate con fiori di rosmarino.

FONDUTA DI BELLA LODI, UOVA BARZOTTE E SIGARO DI FILLO

uova5uova4

Per preparare questo piatto gli ingredienti per una persona sono: 80 gr di formaggio Bella Lodi, due uova, un rettangolo di pasta fillo circa 30x10cm, 100 ml di panna fresca, 50 gr di farina, 50 gr di pangrattato,  300 ml di olio di semi d’arachide.
Fate scaldare la panna in un pentolino e sbriciolate il formaggio, aggiungetelo appena la panna sarà calda e mescolate facendolo sciogliere completamente. Fate bollire un pentolino d’acqua e quando bolle calate le uova lasciandole cuocere esattamente 4 minuti. Scolate e passate subito in acqua ghiacciata. Spellatele molto delicatamente perchè potrebbero rompersi facilmente. Infarinatele, passatele nell’uovo sbattuto poi nel pan grattato e friggetele per 1 minuti girandole con un cucchiaio in modo da essere dorato completamente. Accendete il forno, arrotolate il rettangolo di pasta fillo a “spirale” mettetelo sulla griglia del forno e controllate la doratura, basteranno 3 – 4 minuti.

Annunci

6 risposte a "Uova finger food pasquali e sciata a pelle di leone!"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: