Pain au chocolat, il saccottino dai e ri dai !

E la saga dei saccottini va avanti, siamo all’episodio 2 della stagione 1, dove i protagonisti saccottini hanno vissuto l’esperienza del ripieno mele e cioccolato, ma ora, inaspettatamente in questa puntata si sbarazzeranno di ogni cosa superflua e si trasformeranno nei più famosi e rinomati panini al cioccolato francesi. Che poi come sia stato possibile tradurre da pain au chocolat a saccottino è tutto da capire, ma si sa, in queste saghe succedono cose che voi umani non potete neanche immaginare. E come per tutte le serie televisive, solitamente le più interessanti, al termine della prima stagione, si va alla ricerca spasmodica di notizie sulla seconda, che nella maggior parte dei casi… non verrà mai prodotta! Fatene scorta finché potete!

E niente, senza burro non potranno mai riuscire bene questi saccottini, o pain au chocolat, potete dire tutto quello che volete, che sono buoni anche senza burro, senza farina, senza cioccolato, senza nulla. Saranno buonissimi certo, poi voglio vedere quando in bocca non sentirete nulla…. Se andate al bar e comprate la briosce o croissant (quella vera) e dite che è buonissima, secondo voi il burro non c’è ? Facciamo così, questa ricetta è riservata a quelli come me che hanno la fortuna di poter mangiare burro a volontà. Ho scoperto che le pasta sfoglia che si trovano nel banco fresco del supermercato, di qualsivoglia marca siano, non contengono burro… Ma come dico io? Che pasta sfoglia è senza burro??? Ok farla in casa ci vuole troppo, troppo, troppo, tanto, tanto, tanto tempo. E pasta sfoglia pronta sia….ma come dico io!

SUGGERIMENTO:
il cioccolato deve essere di quello buono, ma buono buono. Di quello al 70% amaro, corposo. E’ un dolce che si prepara in pochissime mosse e con solo 3 ingredienti, direi che più facile di così……

CURIOSITA’
Prodotto per la prima volta nella storia nel 1879 a Berna da Rodolphe Lindt, il cioccolato fondente ha delle caratteristiche ben specifiche che dovrete verificare nel prodotto che acquistate. Pensate che nel nostro Paese, dal 2003, la sua produzione è regolata da una legge specifica.
Sintetizzando molto, per scegliere un cioccolato fondente da acquistare dovrai guardare con attenzione i seguenti aspetti:
Presentazione: come appare? Come sono la forma e il colore?
Rumore: che suono emette, quando lo rompete?
Aroma: quale percepite?
Gusto: che sapore ha? che consistenza ha?

Ingredienti per 9 saccottini medi:
1 rotolo pasta sfoglia rettangolare
1 tavoletta ritter sport fondente extra cacao del Perù 74%
100 gr di ottimo burro di panna
gocce di cioccolato amaro

Srotolare le pasta sfoglia sulla carta in dotazione. Con un coltello affilato prelevare un “foglio” di burro dal panetto e adagiatelo su di una metà della pasta sfoglia, ripiegatela in due e con un mattarello e un velo di farina se vedete che attacca, spianarla leggermente. Ripetere con un altro foglio di burro su metà della sfoglia spianata e ripiegare sopra la pasta sigillando all’interno il burro. Ripetere ancora almeno 4 volte girando ogni volta la pasta di 180 gradi.

Quando tutto il burro è stato incorporato alla pasta sfoglia, stendere in un rettangolo e ottenere con il coltello 9 rettangolini. Tagliare con un coltello affilato il cioccolato fondente in una striscia larga come il rettangolo di pasta, adagiarla su di un lato corto e arrotolare una prima volta, ripetere con altro cioccolato e arrotolare ancora.

in pratica ci sono due pezzi di cioccolato per ogni saccottino

Spennellare ogni saccottino con il tuorlo d’uovo e cospargere di gocce di cioccolato. Portare il forno a 200°C in modalità ventilata poi abbassare la temperatura a 180°C , cuocere per circa 10 minuti oppure fino a completa doratura.

I vostri saccottini saranno fragranti, burrosi e fantastici che anche da caldi non resisterete a morsicarli!

18 risposte a "Pain au chocolat, il saccottino dai e ri dai !"

Add yours

  1. Liked and Shared, dear ! And Flipped to my “Delicious Bloggers” Magazine ! Thank you.

    _

    #Blogging #Blog #Blogger

    [ ]

    Delicious Bloggers : https://flip.it/py7Moa

    #Magazine by #Outosego | #Publisher at @Flipboard & #Flipboard #NYC #USA

    _

    Piace a 1 persona

    1. Scherzi a parte, la differenza tra burro classico e burro chiarificato é che le parti che non sono “grasso” vengono eliminate e quindi il prodotto che si ottiene è composto esclusivamente da grasso animale
      Il burro chiarificato è un ottimo prodotto poco conosciuto per la verità
      Molto digeribile, il suo grasso viene bruciato subito dall’organismo, certamente non bisogna eccederne come del resto è buona norma per tutti gli alimenti!!
      Grazie del commento e se provi a farli mi scrivi come sono e se ti piacciono?!? Grazie 😊

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: