Spaghetti al verde… una gustosa dieta da dittatore!

Dieta: il metodo abituale di alimentazione di una persona, di un gruppo di persone o della popolazione, in un certo periodo di tempo
Con questa definizione posso affermare di essere a dieta (metodo abituale di alimentazione personale), insieme ai miei cari ( gruppo di persone), quotidianamente (periodo di tempo), decidendo giorno dopo giorno cosa cucinare e proporre. Visto questa grande responsabilità nel dover sostentare un marito che lavora sodo, un figlio che studia sodo e un labrador che dorme e mangia sodo, cerco di variare la nostra dieta nel miglior modo possibile, offrendo, con amorevole dittatura, ciò che mi passa per la testa di cucinare. Le mie tre cavie, (l’unico però che non parla mai è il labrador) accettano sempre di buon grado le mie stranezze in cucina, la maggior parte delle volte dettate da un’effimera consapevolezza di svuotare il freezer dagli ingredienti comprati a caso che tra loro c’entrano poco. Se ci aggiungiamo anche la convinzione, insita in me, di non sprecare nulla e non rimanere al verde a fine mese, salta fuori una ricetta incredibilmente appetitosa, affascinante nei colori, inconsapevolmente sana e particolarmente adatta a vegetariani e vegani, ma talmente versatile che con l’aggiunta di un ingrediente salva carnivori rendo gioioso il gruppo di persone sotto la mia dittatura dietista!

spaghettiverdi
spaghettiverdi3
spaghetti9
Spaghetti verdi con gamberi

Ingredienti per 3 persone:

300 gr di spaghetti al the verde (li trovate nei negozi specializzati oppure potete farli in  casa aggiungendo all’impasto un cucchiaino di the verde matcha in polvere)
8 gamberoni (nella versione carnivora)
50 gr di semi di soia lessati
1 peperone rosso piccolo
1 cucchiaio di capperi
20 gr di olive nere
10 mandorle intere
germogli di soia freschi
olio di semi di sesamo

Portate a bollore una pentola con dell’acqua leggermente salata. In una casseruola far scaldare 3 cucchiai di olio di semi di sesamo e aggiungere il peperone rosso tagliato a listelle. Successivamente i semi di soia e i germogli. In un’altra piccola padella soffriggere leggermente i capperi, le mandorle intere e le olive nere. Cuocere gli spaghetti, state attenti perché hanno una cottura velocissima, ci vorranno al massimo 2 minuti, scolateli e metteteli nella padella con la verdura. Tritate grossolanamente le mandorle, le olive e i capperi fritti, amalgamate il tutto e servite caldissimi.

Nella versione con i gamberi, sgusciate e pulite le code di gamberone, cuocetele insieme ai germogli di soia e ai semi di soia e nulla più nell’olio di sesamo. Nella stessa padella passate velocemente gli spaghetti lessati e servite

Annunci

7 risposte a "Spaghetti al verde… una gustosa dieta da dittatore!"

Add yours

  1. Ti ammiro…. hai inventiva…. fantasia…. creatività…..

    Però questo giro … passo!
    Prelievo i gamberoni .. mi apparto con il labrador e con lui li divido scambiandoci opinioni su come è difficile campare 😂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: